andiamoapesca


 

Il Basso Feltrino offre alcuni sport davvero unici per gli amanti della pesca sportiva.
Uno dei motivi per cui diversi pescatori scelgono questo fiume è dato dalla grande varietà di pesci che è possibile catturare.
Insieme al fiume Piave nel Basso Feltrino troviamo  torrenti e ruscelli come  il Tegorzo e il Calcino.
Oltre a un’ampia zona classificata No Kill, in alcune aree del Piave è permessa la pesca catch & release (dalla Galleria Scalon a circa 1.500 metri a valle della passerella di Quero Vas), altre aree sono  classificate come zone a trofeo.

Sicuramente la pesca alla trota è quella più praticata. Se nel Piave la trota più presente è la marmorata, specialmente nel tratto compreso tra lo sbarramento di Busche a quello di Fener, nei torrenti Tegorzo e Calcino e più probabile imbattersi in esemplari di trota fario e iridea.

Nel Piave è anche possibile pescare cavedani e barbi, pesci abbastanza facili da catturare.

È  vietata la pesca di scazzone di fiume e di gamberi, presenti in numero minore e unicamente in alcuni tratti del Tegorzo e nel Calcino.

Il Basso Feltrino è perfetto per avvicinare i più piccoli alla pesca sportiva. Oltre ai torrenti che bagnano Alano e Quero Vas, più a nord troviamo il piccolo laghetto di Sanzan, dove la pesca è consentita esclusivamente ai minori di anni 14.

Per ulteriori informazioni invitiamo alla lettura della guida completa alla pesca del bellunese, e in particolare al capitolato riguardante l’area del Basso Feltrino (BACINO DI PESCA N. 10 ACQUE FELTRINE).

Ecco le strutture che offrono il rilascio dei permessi temporanei di pesca

ALANO DI PIAVE
Gelateria “Due Valli” – Via Dante Alighieri n. 20 – loc. Fener

VAS
Bar Bollicine di Mazzalovo Sara – Via Miuzzi n. 1 – loc. Scalon – Tel. 0439/788036 – Locanda Solagna – Piazza 1° Novembre n. 2 – Tel. 0439/788019 – e mail: albergosolagna@libero.it