Malga Camparonetta sullo sfondo i Solaroli (ph. S. Rizzotto)


Chi cerca una forma di accoglienza autentica e fuori dall’ordinario può trovare nel Basso Feltrino delle opzioni assolutamente uniche.

La più interessante è certamente costituita dalle malghe diffuse, che offrono un riparo senz’altro spartano ma ricco di fascino. Oltre a essere spesso inserite in contesti paesaggistici unici, le malghe rappresentano un esempio di ricettività autentico, che integra la bellezza del paesaggio con la conoscenza delle produzioni tipiche del territorio.

La procedura per poter accedere alle malghe comunali nel territorio del Basso Feltrino è semplice. Il comune di Alano di Piave ha pubblicato un modulo scaricabile indirizzato a chiunque voglia soggiornare presso le malghe comunali, includendo informazioni pratiche e norme di comportamento sull’utilizzo degli spazi.
Il formulario e le delibere sull’utilizzo delle malghe comunali sono visibili a questo link.