Chiesetta di san Valentino a Quero


Ideale per trascorrere un momento di relax in famiglia, il picolo borgo di San Valentino è un suggestivo angolo di pace e tranquillità, posto proprio a metà strada tra Quero e Campo di Alano.

Grazie alla recente inaugurazione del Pont de i Osei, la località è raggiungibile a piedi sia da Quero che da Campo di Alano, quest’ultimo collegato a San Valentino attraverso un’antica strada di acciottolato.

La chiesetta di San Valentino caratterizza questo luogo. Fatto edificare  nel 1696, il  suggestivo oratorio si trova proprio sulla riva del torrente Tegorzo. Un’area pic nic ben attrezzata favorisce le escursioni di famiglie, gruppi e persone che scelgono di trascorrere una giornata nel verde.
Il 14 di febbraio si celebra San Valentino e oltre alla funzione religiosa avviene il tradizionale lancio delle arance. I frutti vengono benedetti lasciati rotolare sul prato vicino alla chiesetta, contribuendo a creare un suggestivo spettacolo di colori.

Le sponde del Tegorzo hanno rappresentato per secoli il polmone economico della vita di Quero, di Fener e dei paesi della pieve. Il paesaggio sulle sponde era caratterizzato dalla presenza di folli, mulini e altri opifici che sfruttavano la forza idraulica delle ruote per attività legate all’agricoltura. La località era nota come “Contrada dei folli” a sottolineare la presenza dell’attività manifatturiera della follatura dei panni di lana. Il Tegorzo offriva la possibilità di derivare dal suo corso le rogge per il funzionamento degli opifici. In quest’area è possibile vedere il recupero del Mulino Banchieri, attivo fino agli anni ’50. I resti murari sono conservati all’interno di una struttura di forma essenziale accanto all’antica roggia che alimentava il mulino.

Poco più a monte si trova il mulino La Vallina, oggi riconvertito a fattoria didattica, che offre la possibilità di pernottamento con servizio di bed & breakfast.