Quero alano e la valle del Piave


E’ irresistibile il fascino che le delicate e spigolose montagne e il sinuoso fluire delle acque del Piave esercitano su chi giunge dalla pianura alla valle che da Fener sale verso Feltre e la Val Belluna. Quasi una porta che accompagna verso le dolomiti bellunesi o giù verso la pianura trevigiana. Le due sponde del Piave sono punteggiate da piccoli caratteristici paesi ricchi di storia, di tradizione e di sapori che spesso non ci si aspetta di trovare. Borghi adagiati nelle conche o sui piccoli altopiani, insinuati nelle valli o arrampicati sui fianchi della montagna. Paesi toccati in modo indelebile dalle ferite delle guerre che hanno conservato il fascino delle architetture semplici fatte con materiali del luogo, paesi che hanno saputo crescere e darsi uno slancio con attività artigianali e industriali  rimanendo comunque legati alla montagna, al fiume, al territorio. Sul versante est del massiccio del Massiccio Grappa si respira ancora oggi la genuinità di una terra che ha un legame forte con la natura e con la storia. Salendo dal Piave al Grappa si scoprono  le betulle del Monte Tomba e i boschi di faggi  e abeti che via via lasciano posto ai delicati pendii erbosi dove d’estate pascolano le mucche all’alpeggio. Inoltrarsi nella Valle di Schievenin e nella Val Calcino per ritrovare una natura quasi selvaggia, farsi incantare dal Piave, percorrere i tanti sentieri fino all’alta Via degli eroi, gustare i formaggi di malga… Una terra generosa che regala in ogni stagione quel tempo quasi sospeso fra presente e passato che affascina e stupisce chi la percorre. Queste sono le Terre del Basso Feltrino..


right133(1)  IL COMUNE DI ALANO DI PIAVE
right133(1)  IL COMUNE DI QUERO VAS
right133(1)  IL MONTE GRAPPA
right133(1)  IL FIUME PIAVE